I cento anni di Guida Editore

100 anni di storia editoriale per nuovi percorsi culturali

La casa editrice Guida nasce a Napoli nel 1920 ad opera di Alfredo Guida, ed è attiva ancora oggi con il marchio Guida Editori.

I cento anni di Guida Editore
Diego Guida

Il primo titolo pubblicato da Guida è Opera omnia di Francesco D’Ovidio, senatore del Regno d’Italia, poi presidente dell’Accademia dei Lincei: diciotto volumi, che conferiscono immediatamente importanza e lustro alla nuova sigla editoriale, che nel 1935 riceve la prima medaglia d’oro per l’editoria internazionale alla Fiera del Libro di Bruxelles.

Venerdi 14 febbraio prima iniziativa nell’ambito delle celebrazioni per il centenario della Guida editori. Un incontro sulla nuova collana Archivio del Romanzo, che in una rinnovata veste grafica riprende il percorso iniziato con Giancarlo Mazzacurati negli anni Ottanta ospitando opere inedite di autori celebri della letteratura italiana e straniera. Sono già tre i nuovi volumi appena usciti e curati da Annamaria Lamarra “Nottingham Lace” romanzo di E.M. Forster per la prima volta in traduzione italiana, “Con gli occhi chiusi” di Federico Tozzi, apparso nel 1919. L’Archivio si muove in continuità con la felice intuizione di chi la progettò presentando opere italiane e straniere, inediti e testi da tempo assenti dal mercato editoriale. È in uscita un testo inedito di Swinburne e un romanzo italiano da tempo non riproposto. Con Annamaria Lamarra ci saranno Brunella Schisa, Mirella Armiero, Rosario Baiano e Antonio Grjllos.

La casa editrice diviene una realtà nazionale e viene rafforzato l’impegno per l’innovazione nell’offerta di catalogo. Oggi, per restare sempre al passo con i tempi e coniugare realtà storica e tradizione con le nuove tecnologie e i nuovi mercati internazionali, la casa editrice, rinnovata nella struttura e giunta con Diego Guida alla terza generazione, si presenta ai suoi lettori con libri in grado di esser letti anche con le più moderne tecnologie. È pronta, così, a raccogliere le sfide della globalizzazione con tutta la consapevolezza delle profonde mutazioni del mercato del libro per la sua migliore diffusione.

Allo sviluppo tecnologico si sono affiancati nuovi progetti editoriali e si è consolidata la rete di promozione, affidata a Promedia Italia Service, e quella di distribuzione, affidata a Messaggerie Libri. Oltre a garantire la presenza dei propri volumi nei canali di vendita tradizionali, a cominciare dalle librerie e dai siti Internet specializzati, Guida è presente oggi nelle biblioteche, nei punti vendita della grande distribuzione organizzata, nelle realtà cosiddette “di quartiere”.

Dallo scorso 2013, inoltre, la Guida Editori ha avviato la pubblicazione di due testate giornalistiche: il periodico “Spazi Culturali” e il mensile “Pagine d’autore”, grazie ai quali si intende partecipare al dibattito sul valore della cultura italiana e farsi portavoce di proposte a favore del Mezzogiorno d’Italia.

A conferma dell’impegno per la cultura, Guida Editori, nel 2013 vince il Premio nazionale per la Traduzione assegnato dal ministero dei Beni e le attività culturali e dal ministero per gli Affari esteri.

Forte è anche l’impegno per il sociale grazie a una serie di iniziative come la consegna di alcune migliaia di libri ai detenuti di tutte le Case Circondariali d’Italia e ai terremotati, e la pubblicazione di alcuni volumi su temi come la pace, l’inclusione sociale, il rispetto della donna, l’importanza della cultura soprattutto nei quartieri più a rischio.

Ad oggi, la produzione editoriale spazia dalla saggistica al pamphlet sui temi d’attualità, dalla narrativa alla poesia contemporanea, dal teatro al classico inedito.

Molti sono anche gli accordi stretti con diverse Università italiane per la realizzazione di collane dirette da un comitato scientifico che rispetta gli attuali standard ministeriali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *