Fare luce, l'arte rigenera l'industria

Fare luce, l’arte rigenera l’industria

Fare luce, l’arte rigenera l’industria.

Pronti i prototipi di artefatti luminosi pensati per ‘Fare Luce’. L’evento si è realizzato a Marcianise presso l’azienda Airpol nell’area industriale sud.
Ma è da più lontano che arrivano questi artefatti.

A luglio di un anno fa infatti l’Associazione f2Lab formalizzava l’accordo con il Comune di Marcianise per avviare insieme attività per la rigenerazione dell’area industriale della città.

Fare luce, l'arte rigenera l'industria

La crisi industriale e produttiva dell’ultimo decennio ha coinvolto anche il tessuto produttivo di Marcianise e la sua area industriale. Pertanto, dallo scorso novembre l’Associazione f2Lab, proprio nell’ambito dell’accordo con il Comune di Marcianise, ha ideato con la sua Presidente, Maria D’Ambrosio, il progetto ‘Fare Luce’ attivando il partenariato con il Dipartimento di Architettura e Disegno Industriale dell’Università Vanvitelli e con l’azienda Airpol. E quindi con la produzione sperimentale di una nuova materia prima. Infatti in Airpol era da poco partita la sperimentazione del processo ETE (Emulsified Thermoplastics Engineering) messo a punto al Cnr di Pozzuoli e sviluppato in collaborazione con la società del Res Nova Die.

‘Fare Luce’ è partito dalla consapevolezza che le nostre aree industriali sono ricche di storie da conoscere. In questo senso e per questa prima annualità, ‘Fare Luce’ ha coinvolto l’artista giapponese Hirotsugu Aisu. Una  interazione con gli studenti del Corso di Laurea in Design per l’innovazione del Dipartimento di Architettura e Disegno Industriale dell’Università Vanvitelli che con i loro docenti Francesca Castanò, Carla Langella, Sergio Sibilio e Gabriele Pontillo.

Manipolazione della carta, lettura della storia dell’archeologia e dell’archeologia industriale di quella zona, studio del bio-design e del design della luce. Queste azioni sono state dunque alla base della progettazione e realizzazione di progetti specifici che hanno preso il nome di Hemp, Lucis Niagarae, Mirikui, Quiescente, Luce liquida, Colight e Fold.

Per info

https://f2labblog.wordpress.com/

Per la notizia precedente clicca qui

https://www.napolifactory.it/2019/07/08/campus-salute-in-serbia-un-asse-con-belgrado/

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *