400 euro l’anno in bottiglie d’acqua, ma dal 96% dei rubinetti sgorga acqua perfetta

400 euro l’anno in bottiglie, ma dal 96% dei rubinetti sgorga acqua perfetta.

Il 99,9% dell’acqua fornita da Abc alla condotta idrica di ogni edificio di Napoli è perfettamente potabile e salutare. Dai controlli condotti dal laboratorio Al.Ecosrl, è possibile affermare che il 95-96% dell’acqua che sgorga da ogni singolo rubinetto è potabile e salutare. Un gap che dipende dalle diverse condizioni delle condutture dei condomini, che in pochi casi sciupano la qualità dell’acqua che arriva nelle case.
L’acqua del rubinetto è ottima da bere, quindi, ma a Napoli il 67% della popolazione beve acqua acquistata nelle bottiglie. Si spendono in media 400 euro l’anno e producendo enormi quantità di bottiglie di plastica vuote.

Da  questi dati parte la riflessione su “La qualità e la sostenibilità dell’acqua potabile” nell’Antisala dei Baroni del Maschio Angioino di Napoli.
La riflessione apre la seconda edizione del “Forum dell’economia circolare e sostenibile” di Anea, Agenzia Napoletana Energia e Ambiente, quest’anno tutto dedicato all’acqua. Un confronto per discutere dello stato dell’arte e di soluzioni innovative che possano migliorare la qualità delle risorse idriche e l’efficienza dei diversi processi per il mercato domestico.

Inoltre un confronto sull’acqua Plastic Free e l’utilizzo del PET nella distribuzione ed imbottigliamento. Grazie all’impegno di Anea, circa 30 laboratori di Napoli e provincia accreditati per il controllo dell’acqua che sgorga dai rubinetti applicheranno uno sconto sul controllo annuale che da 150 euro per condominio costerà 130 euro: una cifra irrisoria se divisa tra tutti i condomini che potranno poi tranquillamente risparmiare sull’acquisto dell’acqua nei negozi. Da gennaio l’elenco dei laboratori che aderiscono sarà sul sito di Anea per aiutare gli amministratori a prenotare il controllo e bere ancora più serenamente dal rubinetto.

La seconda parte del Forum si concentra sulle “Soluzioni innovative per il trattamento delle acque reflue” che possono diventare anche fonte di energia.

http://www.anea.it

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *