Al via il bando per la partecipazione di artigiani e designer a Fucina Madre 2021

Al via il bando per la partecipazione di artigiani e designer a Fucina Madre 2021

Dopo il lavoro preparatorio dell’anno appena trascorso, l’APT rilancia Fucina Madre, il progetto integrato di promozione territoriale che coniuga artigianato, design e turismo, con l’obiettivo di rafforzare l’offerta turistico-culturale lucana e di promuovere la filiera produttiva regionale. Proprio per la sua dimensione multidisciplinare, che integra turismo e artigianato, il progetto è realizzato con il supporto della Regione Basilicata Dipartimento Attività Produttive e finanziato dal POFESR Basilicata 2014-2020.

 

Tante le attività previste per il 2021, tra le piùrilevanti si segnalano: la creazione della piattaforma web dedicata alla promozione di questo specifico segmento che diventa il fulcro dell’azione strategica di Fucina Madre, luogo virtuale in cui tutte le realtà produttive censite confluiscono, presentate a turisti e utenti della rete mediante itinerari tematici e l’offerta di esperienze di viaggio e conoscenza specifiche come: visite guidate presso il laboratorio dell’artigiano/designer, workshop e special tour; l’organizzazione e realizzazione dell’Expo Fucina Madre da tenersi nel mese di luglio 2021 a Matera insieme a tanti eventi collegati, in altri luoghi della regione; la partecipazione in Italia e all’estero a design week, borse e fiere per la promozione del viaggio in Basilicata nei luoghi di Fucina Madre.

 

«Con l’avvio del progetto Fucina Madre – afferma il direttore generale di APT Basilicata, Antonio Nicoletti – realizziamo un’attività di promozione integrata che guarda al settore dell’artigianato artistico e del design come parte strutturante dell’offerta turistico-culturale di Basilicata. Abbiamo il duplice obiettivo di promuovere le imprese e, attraverso la loro attività e i loro prodotti, di promuovere il nostro territorio. Artigianato e design traducono in concreto lo spirito di innovazione nel solco delle tradizioni, in una regione che ha espresso, con Matera 2019, il riferimento internazionale nel settore culturale. Il coinvolgimento diretto delle imprese, anche grazie alle rappresentanze di categoria, ci consentirà di migliorare l’offerta di turismo slow ed esperienziale, con l’individuazione di attività laboratoriali rivolte ai viaggiatori. Il progetto ci permette inoltre di allargare l’offerta dalle città capoluogo agli altri centri della regione, dove l’esperienza del viaggio in Basilicata, con Fucina Madre, potrà trovare una sua specifica collocazione grazie alla presenza diffusa di artigiani e designer sul nostro territorio».

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *