“Al di là delle crisi”, parte il Summit Internazionale di Hikma

Guardiamo “Al di là delle crisi”: il 13 maggio parte il Summit Internazionale di Hikma

30 studenti, tutti ventenni, con un obiettivo: sollecitare nei loro coetanei riflessioni e discussioni condivise nell’ambito delle relazioni internazionali. E lo fanno con l’“Hikma Summit of International Relations” (HSIR), il primo festival di Politica Internazionale interamente ideato ed organizzato da studenti dell’Università di Bologna, che nell’edizione di quest’anno si terrà completamente in digitale dal 13 al 16 maggio e vedrà ospiti di fama mondiale. Un’occasione per riunire virtualmente studenti da tutta Europa in una prospettiva di formazione come presupposto dell’azione politica futura.

La Seconda Edizione dell’HSIR intende volgere lo sguardo “Al di là delle crisi”, investigando quei processi di lungo periodo non determinati ma accelerati dalle crisi in atto. Le sfide odierne e del futuro – ambiente, disuguaglianze e tecnologia – costituiranno i temi centrali degli incontri. Il Premio Nobel Joseph Stiglitz, l’accademico Robert O. Keohane, la scrittrice Shoshana Zuboff, Maximo Torero, Chief Economist della FAO, Carlotta Sami, portavoce per il Sud Europa dell’UNHCR sono solo alcuni degli ospiti.

Oltre alle conferenze, il Summit prevede diverse opportunità di partecipazione attiva, tutte fruibili gratuitamente:

–        7 workshops, in collaborazione con think tank ed esperti, che si svolgeranno contemporaneamente nell’arco delle tre giornate, durante i quali i partecipanti saranno chiamati a sviluppare progetti individuali e di gruppo (tra le altre cose, progettazione di una smart city, simulazione del G20, stesura di piani di investimento, risoluzione di un conflitto armato);

–        Incontri diretti con gli speakers per alcuni studenti selezionati;

–        Dibattiti tra i partecipanti su temi di attualità;

–        Un career day, che vedrà come ospiti professionisti in vari settori (diplomatici, funzionari di organizzazioni internazionali e ONG, ricercatori) ai quali potere chiedere consigli su come muoversi nel mondo del lavoro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *