A Segreti d’autore Cappuccio dialoga su immigrazione con Cafiero De Raho e Roberti

“Immigrazione: politica e umanità”. E’ questo il tema del primo appuntamento dell’undicesima edizione di “Segreti d’Autore”, il Festival dell’Ambiente, delle Scienze, delle Arti e della Legalità ideato da Ruggero Cappuccio e diretto da Nadia Baldi. Una produzione Manovalanza, in collaborazione con Teatro Segreto, finanziata dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali. Alle 21.30 di venerdì prossimo 30 luglio, nella storica cornice di Palazzo Coppola a Valle Cilento/Sessa Cilento, lo scrittore e regista Ruggero Cappuccio dialogherà sull’argomento con il Procuratore Nazionale Antimafia, Federico Cafiero De Raho, e con l’europarlamentare Franco Roberti. Un incontro che servirà per fare luce sulla gestione europea dei fenomeni migratori, partendo dalla consapevolezza che occorre modificare la politica dei respingimenti e fare sempre più dei Paesi dell’Unione Europea, nessuno escluso, luoghi di accoglienza e di umanità. Conciliando, anche attraverso un’integrazione che sia in grado di rispettare le differenze e trasformarle in un elemento di ricchezza, visioni che potrebbero essere contrapposte soltanto in apparenza. Per fare questo c’è bisogno però di risposte adeguate, politiche coraggiose, oneste e lungimiranti, basate essenzialmente sul rispetto dei diritti inviolabili di ogni essere umano. Partendo proprio da quelle condizioni che rendono la vita di ognuno degna di essere vissuta.

L’ingresso è su prenotazione a  infosegretidautore@gmail.com. fino ad esaurimento posti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *