Prorogata la mostra “Claude Monet: the Immersive Experience”

La grande mostra internazionale “Claude Monet: the Immersive Experience” resta a Napoli fino al 31 maggio 2022. L’esposizione nella seicentesca Chiesa di San Potito, in via Salvatore Tommasi, è stata prorogata per l’ultima volta.

Tra le novità: la mostra è in convenzione per i titolari di CartaEffe La Feltrinelli e di campania>artecard, il pass della Regione Campania con Unicredit come Official Sponsor che offre la possibilità sia di visitare l’immenso patrimonio culturale campano sia di viaggiare a bordo del trasporto pubblico locale grazie al partner UnicoCampania.

Un successo che, dopo Barcellona, Bruxelles, Milano e Torino, ha investito Napoli, dove la richiesta è stata tale da convincere Exhibition Hub, società di Bruxelles specializzata nella progettazione e produzione di mostre immersive, a concedere un’ultima proroga.

“Claude Monet: The Immersive Experience” ha incantato tutti, in particolare i più piccoli a cui sono dedicati i laboratori a cura di Joiele Lab: la prenotazione al numero della mostra è obbligatoria.

Alla coloratissima mostra immersiva, adatta a tutta la famiglia, spazio anche agli adulti, con eventi esclusivi e visite guidate a cura dell’Associazione “L’Arte nel Tempo”, partner della mostra.

L’esposizione site specific si fonde con il luogo in cui si trova, la monumentale Chiesa di San Potito, nel cuore del centro storico di Napoli, rendendo l’esperienza unica.

“Claude Monet: The Immersive Experience” si avvale delle più recenti tecniche di mappatura digitale per creare un’interpretazione totalmente nuova delle opere del padre dell’impressionismo. Tra pennellate proiettate a 360 gradi, su più di 1000 m2 di schermi, e realtà virtuale (VR), il visitatore viene accompagnato in un viaggio attraverso i colori e i giochi di luce di oltre 300 dipinti di Monet. L’ultima sala, dedicata ai workshop, permette a piccoli e grandi di cimentarsi nell’arte di Monet, creando opere a lui ispirate, da portare con sé come ricordo della visita.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *