Il grande pianista Alexander Romanovsky in recital a Napoli

Il grande pianista Alexander Romanovsky in recital martedì 3 agosto prossimo, alle 21, in piazza Vincenzo Calenda.
Marisa Laurito, direttore artistico del Trianon Viviani, ha invitato il solista ucraino a esibirsi nello spazio antistante al teatro per la tappa a Napoli del suo Piano B.
Romanovsky è considerato unanimemente uno dei giovani pianisti più talentuosi: ventisettenne, allievo di Leonid Margarius, ha vinto il prestigioso concorso internazionale Ferruccio Busoni nel 2001, due anni dopo l’ingresso nell’Accademia Filarmonica di Bologna (prima di lui solo Mozart e Rossini avevano conseguito il titolo di Accademico a soli 15 anni). Da venti anni è ospite dei maggiori palcoscenici del mondo, dalla Scala di Milano alla Royal Albert Hall di Londra.
L’arrivo e il perdurare della pandemia lo ha convinto a realizzare il progetto Piano B: un recital in tour per tutta l’Italia con un palco mobile costruito su un rimorchio leggero.
«Non si poteva restare immobili, bisognava reagire – spiega Romanovsky –: voglio così portare la musica classica sia alle persone che ne sono state private nell’ultimo anno sia a quelle che la conoscono ancòra poco e non sanno cosa possa fare per loro: e, non potendo il pubblico spostarsi, sarò io a raggiungerlo per suonare nelle diverse realtà sociali, dalle più difficili alle più agiate, nelle piazze, nei quartieri di periferia, negli ospedali e nelle comunità di accoglienza».
In programma musiche di Fryderik Chopin, Sergej Rachmaninov e Nicola Campogrande.
Le luci di Piano B sono a cura di Mandalaki studio, l’audio di Angelo Venditti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *